Doppio Kamikaze a Herat. Feriti cinque soldati italiani

KABUL, 31 MAGGIO – Bagno di sangue in Afghanistan. È di cinque morti e 34 feriti, tra cui cinque militari italiani, il bilancio del duplice attentato suicida avvenuto ieri mattina contro la base del Provincial Reconstruction Team (Prt), l’unità delle forze Nato gestita da civili afghani e soldati italiani.

Il capo della polizia locale, Sayed Aqa Saqib, ha confermato che i cinque morti  e il maggior numero di feriti sono proprio afghani. Sono stati coinvolti nell’attacco i militari del Reggimento Artiglieria di Magnago.

Il ministro della Difesa, Ignazio La russa, ha dichiarato: «Cinque italiali sono stati feriti, uno dei quali in maniera seria all’addome. Tutti sono stati evacuati a Camp Arena, ricoverati al Role 2 spagnolo».

Il più grave, un capitano attualmente in prognosi riservata, è comunque «fuori pericolo di vita», secondo quanto afferma il capo settore della Comunicazione dello Stato Maggiore della difesa, il generale Massimo Fogari.

Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *