Conrad Murray ha ucciso Michael Jackson

michael jackson

ROMA, 8 Novembre – È stato condannato Conrad Murray, il medico di Michael Jackson, per aver somministrato al re del pop una quantità spropositata di Propofol. Il processo, durato sei settimane, è stato seguito da milioni di fan che non chiedevano altro che giustizia per la defunta celebrità. Il medico è stato riconosciuto colpevole di omicidio colposo  involontario per la morte del noto cantante.

Murray, che rischia ora una condanna a quattro anni di carcere, dovrà rimanere in detenzione fino al 29 novembre, giorno in cui verrà emessa la sentenza ufficiale. “Murray è un criminale, colpevole di essere stato il fautore della morte di Michael Jackson” queste  le parole del giudice Pastor quando ha letto il verdetto e reso note anche le motivazioni.

Dal canto suo, il dottore si è sempre difeso proclamandosi innocente e di non aver mai somministrato a Jacko una maggiore quantità di anestetico che ne avrebbe in seguito provocato la morte il 25 giugno 2009.

La Corte di Los Angeles ha quindi accusato il medico per negligenza nell’impiegare il suddetto farmaco come sonnifero. Infine la giuria ha deliberato dopo ben nove ore, prima di poter raggiungere il verdetto unanime. Murray, davanti alla sentenza, è apparso alquanto impassibile.

Sabrina Spagnoli

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *