Caso Melania Rea: «Salvatore Parolisi colpevole? L’ultima parola spetta ai giudici»

ASCOLI PICENO, 29 OTTOBRE – E’ stato un giorno importante oggi per la caserma “Clementi”, sede del Rav Piceno, con il giuramento delle nuove soldatesse. Impossibile non parlare di Salvatore Parolisi, caporalmaggiore e istruttore proprio ad Ascoli, unico indagato per la morte della moglie Melania Rea lo scorso 20 aprile.

Erano le “sue” soldatesse quelle che stamattina hanno fatto giuramento per entrare a far parte del 352esimo reggimento Piceno; le aveva addestrate Salvatore Parolisi sino ad aprile, sino a quel 18 aprile quando Melania Rea, moglie del caporalmaggiore, scomparse e fu ritrovata morta due giorni dopo a Ripe di Civitella (Teramo). Unico indagato della morte della moglie è proprio Parolisi, che poi si scoprirà aveva una relazione amorosa con una delle soldatesse che l’avrebbe portato a compiere questo gesto. Il caso non è ancora risolto, il processo è ancora in atto ma per il momento, naturalmente, Salvatore Parolisi non fa più parte del reggimento.

Al termine del giuramento non potevano mancare le parole del Capo di Stato maggiore dell’Esercito Giuseppe Valotto: “Noi gli addestratori li selezioniamo molto bene. Se Parolisi è colpevole pagherà, com’è giusto altrimenti l’Esercito sarà sempre la sua famiglia”. Ha poi tenuto a precisare il generale: “Nel 2010 in tutto l’esercito italiano abbiamo registrato un solo caso di mobbing, uno di molestie sessuali e nessun caso di nonnismo, che per noi rappresenta un risultato strepitoso.” Sui possibili rapporti tra addestratori e soldatesse dichiara: “Ci sono regole chiarissime, ma volgiamo andare contro natura? Spero solo che facciano molti figli e che vengano al 253esimo reggimento, visto che speri aumenti presto il numero delle donne”.

Se Salvatore Parolisi è colpevole o innocente ancora non lo sappiamo, l’ultima parola spetta come sempre ai giudici. L’esercito ha preso la sua posizione e deciderà come comportarsi solo dopo la sentenza definitiva.

Francesco Cianni – Redazione Romatg24.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *