Speleologa bloccata a 250 metri di profondità. Ancora 20 ore di attesa per Anna Bonini

BRESCIA, 14 Novembre – Dovrà attendere ancora 20 ore prima di poter rivedere la luce la speleologa Anna Bonini intrappolata in una grotta a Serle, nel bresciano da domenica pomeriggio. La donna, feritasi cadendo in una delle strettoie della grotta ha riportato una frattura a una gamba.

Anna Bonini, 36enne, bresciana, dovrà attendere ancora 20 ore prima di poter rivedere la luce. La speleologa rimasta ferita (ha una fratturata alla tibia) e intrappolata in una grotta a Serle da domenica pomeriggio durante una gita con altri amici. L’incidente è avvenuto domenica nell’antro denominato in dialetto bresciano “Omber en banda del bus del Zel” (Buco in prossimità del buco di Zel) di Cariadeghe di Serle, nel bresciano: una voragine nel terreno che si apre su un mondo sotterraneo, composto da 20 chilometri di stretti cunicoli, la più profonda e lunga della provincia bresciana, meta di tantissimi speleologi. Anna, che è nuova alla speleologia (è solo alla sua sesta esplorazione) stava effettuando un’esplorazione insieme ad altri tre speleologi quando è scivolata facendo un volo di 3 metri. La donna rimasta ferita nella caduta, non è in grado di uscire sola dalla grotta. La speleologa, non riuscendo a muoversi, necessiterà di una barella per essere portata in superficie.

Gli uomini del soccorso alpino di Brescia e Bergamo e speleologico stanno perfezionando il piano di salvataggio che prevede la discesa a 250 metri nell’entroterra. I tecnici stanno lavorando per allargare i cunicoli delle grotte, in modo tale da consentire il passaggio della barella. Secondo quanto riportato dai soccorritori la donna è tranquilla, non ha freddo e, compatibilmente con il dolore e le condizioni in cui si trova, è serena. Fondamentale per le operazioni di salvataggio è la comunicazione con la donna. I soccorritori, infatti, hanno steso un cavo telefonico che permette di rimanere in contatto costante con la speleologa.

Alessia Ribezzi

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *