Governo Monti, la lotta all’evasione fiscale chiodo fisso del Professore

La lotta all’evasione fiscale sembra essere uno dei chiodi fissi del governo Monti. Il premier, promotore del blitz nella milionaria Cortina, parla di importanti strumenti deliberati contro l’evasione fiscale e ringrazia l’operato di Guardia di Finanza e Agenzia delle Entrate.

“E‘ inammissibile che c’è chi evade a fronte dei pesanti sacrifici dei lavoratori. Alcuni italiani mettono le mani nelle tasche di altri italiani. Si deve evitare una pressione fiscale eccessiva e gli accertamenti devono rispettare i diritti individuali“, ha dichiarato Monti a margine della Festa del Tricolore a Reggio Emilia.

Nei prossimi giorni partirà la fase 2 dell’esecutivo tecnico finalizzata “a far salatare i colli di bottiglia“. L’elemento cardine saranno le liberalizzazioni, definite dal presidente del Consiglio “come equilibrate e pragmatiche ma non timide“.

Monti conclude parlando del ruolo dell’Italia nell’Unione Europea: “L’Italia per svilupparsi economicamente e socialmente ha bisogno dell’Europa e l’Europa per rafforzarsi ha bisogno dell’Italia. Nessun Paese europeo è talmente forte da pensare di andare avanti da solo ad affrontare l’economia globale. Anche l’Italia vuole un’Europa con i conti in ordine, ma dire di sì a tutti può comportare costi drammatici per coloro che non votano e forse non sono ancora nati“.

Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *