Melania Rea, ancora nessun indagato. Parolisi presto davanti ai pm

ASCOLI PICENO, 6 MAGGIO – Ruota tutto attorno ad una frase, pronunciata da Salvatore Parolisi, l’indagine sull’omicidio di Carmela Rea, detta Melania, scomparsa da Colle San Marco (Ascoli Piceno) la notte del 19 aprile e ritrovata cadavere nel bosco delle Casermette a Ripe di Civitella (Teramo).

Parolisi, caporal maggiore delle Esercito Italiano e coniuge della vitta, è l’elemento chiave dell’indagine.
Nelle prossime ore dovrà fornire spiegazioni dettagliate ai pm della procura di Ascoli riguardo una frase da lui pronunciata poco dopo la scomparsa della donna, nel tardo pomeriggio di lunedì 18 aprile. «Me l’hanno presa…» avrebbe detto il militare all’amico fraterno Raffaele, guardia carceraria, la prima persona alla quale Parolisi si è rivolto con una telefonata per chiedere aiuto nelle ricerche.
«Salvatore mi ha detto “me l’hanno presa” e io pensavo sul momento che si riferisse alla bambina, poi invece ho capito che parlava di Melania…», ha raccontato lo stesso Raffaele agli inquirenti, poche ore dopo il ritrovamento della donna..
«Parolisi sarà ascoltato molto presto…», ha dichiaratoo ieri il colonnello dei carabinieri, Alessandro Patrizio. Intanto, ancora «nessun indagato» nell’inchiesta sul giallo della mamma 29enne di Somma Vesuviana.

Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *