Blitz contro il clan Mallardo nella capitale. Arrestato Feliciano «o’ sfregiato»

NAPOLI, 12 MAGGIO – Sette arresti e beni sequestrati per 600 milioni di euro tra immobili e società: è il bilancio della maxi-operazione contro la camorra messa a segno ieri dalla Guardia di Finanza tra Roma e Napoli, sotto l’egida della Dda partenopea, contro un holding criminale affiliata al potentissimo clan Mallardo, egemone nell’hinterland napoletano

In manette Feliciano Mallardo,  detto «o’ sfregiato», ritenuto il capo dell’omonimo clan di Giugliano.

BERLUSCONI NE HA PER TUTTI – Silvio Berlusconi è un fiume in piena: «Ora che ci sono le elezioni amministrative – ha detto a Crotone – i pm a Napoli hanno chiuso le discariche, io porterei i rifiuti da loro in Procura». Poi sferra l’ormai consueto attacco contro pm, presidente Napolitano e comunisti : «Come ovunque in occidente, bisogna dare più poteri all’esecutivo. Sottosegretari? Pronta la legge per aumentarli. I leader della sinistra? Incazzati e sporchi.»

LA RISPOSTA DEI PM NAPOLETANI AL PREMIER – «Con questa operazione intendo rispondere con i fatti alle critiche ingiuste e infondate che qualcuno lancia contro questo ufficio senza conoscere la realtà napoletana». È la replica al vetriolo rilasciata dal procuratore della Repubblica di Napoli, Giovandomenico Lepore che pur non citando esplicitamente il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha confermato che l’emergenza rifiuti in città non è in alcun modo conseguenza dell’operato dei pm di Napoli.

Redazione

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *