Elezioni Provinciali Reggio Calabria: Raffa rischia il ribaltone, al via le trattative tra Pd e dissidenti

REGGIO CALABRIA, 17 MAGGIO – Dal giubilo di una vittoria schiacciante all’inferno del ballottaggio. L’umore del centrodestra reggino è mutato rapidamente, sezione dopo sezione, nel corso di uno degli spogli elettorali più lunghi della storia della politica italiana.

Sarà ballottaggio quindi tra il candidato di centrodestra e dell’Udc, Giuseppe Raffa, e il candidato del centrosinistra, Peppe Morabito. Il delfino di Scopelliti ha totalizzato il 45,45%, mentre il presidente uscente si è fermato al 26,63%. L’affluenza alle urne è stata del 62,74%, in lieve calo rispetto ai dati precedenti (63,48%).

La coalizione di centrosinistra si è presentata alla sfida spaccata in tre tronconi. Oltre aMorabito, sostenuto da sei liste (Pd, Prc, Psi-Mpa, Pdci, Morabito presidente, Patto per Morabito), il centrosinistra ha schierato il candidato Giovanni Nucera (4,11%), sostenuto da Idv e Sel, e Pietro Fuda (20,95%), leader di un polo civico composto dai dissidenti del Pd localale, dagli iscritti all’Udc che non hanno condiviso l’accordo siglato solo in Calabria col Pdl e dal movimento dell’ex governatore, Agazio Loiero, anche lui in rotta di collisione con il partito di Bersani.

L’eventuale accordo tra gli sconfitti del primo turno potrebbe cambiare le carte in tavola nel mese di giugno, confermando “via ribaltone” il presidente uscente Giuseppe Morabito.

M.R. – Redazione

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *