Melania Rea, colpita alle spalle dal killer. Mistero sulla scena del crimine

ASCOLI PICENO, 21 MAGGIOCarmela Melania Rea, la 29enne di Somma Vesuviana, uccisa con 32 coltellate nel bosco delle Casermette a Ripe di Civitella, sarebbe stata colpita alle spalle dal killer.

Questa la prima ricostruzione del medico legale, Adriano Tagliabracci, l’anatomopatologo che ha condotto l’esame autoptico sul cadavere della giovane madre campana.

Dal report fornito dal dottor Tagliabracci non è chiaro  se la donna sia stata aggredita nel bosco delle Casermette mentre era accucciata, forse per esletare un bisogno fisiologico. Impossibili inoltre desterminale se Melania abbia tentato o meno di difendersi dal killer, forse per la repentinità dell’aggressione nei suoi confronti.

Nei prossimi giorni, forse già la prossima settimana, Tagliabracci consegnerà agli inquirenti della procura di Ascoli che indagano sull’omicidio il report definitivo sulla perizia eseguita.

Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *