Don Seppia, via libera al trasferimento. Il prete pedofilo cambierà carcere

GENOVA, 24 MAGGIO – I pm di Genova hanno confermato il cambio di carcere per Don Seppia, il prete di Sestri Ponente in cella per pedofilia e droga, in qunato minacciato da altri detenuti nella prigione genovese di Marassi. Intanto i difensori del parroco chiederanno la scarcerazione al Tribunale del riesame.

INTERROGATORIO – Cinque ore sotto torchio, in un interrogatorio chiesto dallo stesso parroco , che si era avvalso della facoltà di non rispondere. Sette giorni di carcere gli sono serviti, e al suo avvocato Paolo Bonanni per rileggere le carte. Don Riccardo Seppia afferma di voler collaborare: “Sono omosessuale e sieropositivofaccio uso di cocaina, ho fatto sesso con adulti, ma mai con minorenni, non ho mai adescato bambini di 10 anni”. Il parroco respinge ogni accusa mossa dalla Procura della Repubblica di Genova e dai Nas di Milano, titolari dell’inchiesta iniziata su un giro di coca e doping nel capoluogo lombardo.

REAZIONI – Della vicenda ieri è tornato a parlare il Cardinale Bagnasco: «Un fatto di grande dolore, drammatico».

Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *