Ancora scontri in Yemen. Polizia spara sulla folla: uccisi 20 civili

TAEZ, 31 MAGGIO – Non si arresta l’ondata di violenza in Yemen. A Taez, seconda metropoli del Paese, le forze di sicurezza hanno aperto il fuoco e dato alle fiamme gli accampamenti degli insorti antigovernativi.
Il bilancio, secondo gli organizzatori della manifestazione, è di almeno 20 morti e circa 150 feriti.

I carri armati – secondo il racconto di alcuni testimoni – hanno attaccato in piena notte la cosiddetta “Piazza della Libertà”, dove gli attivisti sono accampati dal mese di Gennaio per chiedere la fine del regime del presidente Ali A. Saleh.

La tv araba Al Jazeera ha diffuso ieri alcuni video che mostrano i miliziani del regime mentre sparano sui dimostranti in fuga. Gli uomini di Saleh, inoltre, avrebbero preso d’assalto un vicino albergo dove alloggiavano i giornalisti, ammanettandone alcuni.
Dall’inizio dell’insurrezione popolare, in Yemen sono state uccise 300 persone.

Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *