Respinto il ricorso di Mladic: il boia di Srebrenica verrà processato

L’AIA, 2 GIUGNO – Il Tribunale di Belgrado ha respinto il ricorso contro l’estradizione del ‘boia’ Ratko Mladic. L’ex generale serbi, catturato il 26 maggio 2011 dopo 16 anni latitanza, domenica sera è stato accompagnato in aeroporto e trasferito in Olanda.

Mladic,  braccio esecutivo dei decisori politici serbi durante le Guerre nella ex-Jugoslavia, è attualmente detenuto nel carcere di Scheveningen in attesa di comparire davanti al Tribunale Internazionale dell’Aja per genocidio, crimini contro l’umanità, violazione delle leggi di guerra nell’assedio di Sarajevo e nel massacro di Srebrenica.

PROFILO DI RATKO MLADIC

Ratko Mladić (in serbo Ратко Младић; Kalinovik, 12 marzo 1942) è un militare serbo.
Capo dell’Armata Popolare di Jugoslavia durante le guerre che portarono alla dissoluzione della Jugoslavia, comandante delle forze armate in Croazia e, durante la guerra in Bosnia, capo di stato maggiore dell’Esercito della Repubblica Serba di Bosnia-Erzegovina.

Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *