Matrimonio Brunetta: il bluff dell’anno va in scena a Ravello

RAVELLO, 10 LUG. – Il ministro Brunetta, arcinoto per i suoi bluff colossali ai danni dei precari, conferma la sua tradizione persino nel giorno del suo matrimonio. Attraverso un cambiamento di sala in piena ‘zona Cesarini’, l’ex socialista si è fatto beffe dell’annunciata protesta dei precari.

Il rito civile, inizialmente previsto nella lussuosa Villa Rufolo, è stato spostato direttamente all’Hotel Caruso (Residence 5 stelle, belvedere a picco sul mare, una stanza può costare fino a 9 mila euro), dove era allestito il rinfresco.

Cocente la delusione per le centinaia di cittadini che attendevano l’arrivo delle autorità e soprattutto tra i precari che si erano riuniti in piazza del Duomo, a una cinquantina di metri dalla villa.

Tra le vittime illustri del bluff anche il governatore della Campania Stefano Caldoro, abbandonato a se stesso nella location sbagliata, e il presidente della provincia di Salerno, Edmondo Cirielli, che indiavolato anche per gli sfottò della folla è passato dinnanzi ai precari «transennati» in piazza e ha urlato senza filtri un oxfordiano «andate aff…». Che finezza.

Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *