Caso Melania Rea: Parolisi rischia di perdere la piccola Vittoria

ASCOLI PICENO, 05 OTTOBRE – L’omicidio della giovane Melania Rea, ogni giorno, porta alla ribalta delle cronache quotidianamente sorprese e novità. Per l’unico indagato, e arrestato, Salvatore Parolisi, il caporal maggiore, marito della giovane mamma di Somma Vesuviana, qualche giorno fa aveva richiesto, tramite i suoi legali, di poter vedere la piccola Vittoria. Ma, secondo quando confermano i legali dei Rea, l’avvocato Mauro Gionni, il pm del Tribunale dei Minori di Napoli avrebbe chiesto la revoca della patria potestà del caporalmaggiore nei confronti della figlioletta.

“Quando, a fine giugno, noi abbiamo chiesto l’affidamento temporaneo e provvisorio della piccola Vittoria – spiega l’avvocato Gionni – in quel procedimento si è inserita anche la Procura del Tribunale dei Minori che, formalmente, ha chiesto di revocare la patria potestà e di nominare un curatore speciale per seguire gli interessi di Vittoria”.

La decisione dovrebbe essere presa il prossimo 2 dicembre ma l’avvocato Gionni tiene a precisare: “Secondo quanto mi risulta per la Procura di Teramo, in merito alla richiesta dei legali di Parolisi, nulla osta purché ci sia la decisione del Tribunale dei Minori. La Procura di Teramo non sapeva, però, fino ad oggi e fino alla mia trasmissione di tutti gli atti, che c’era questa richiesta di revoca della patria potesta. A questo punto si dovrebbe valutare se non è il caso di anticipare l’udienza del 2 dicembre.” Intanto Parolisi, al momento detenuto nel carcere teramo di Castrogno, fa sapere, tramite il suo legale Walter Biscotti, fa sapere che: “E’ determinato a portare avanti la sua battaglia per dimostrare la sua innocenza, sa che non sara’ facile ne’ breve. Salvatore Parolisi sta bene e trascorre il suo tempo libero leggendo molto. Riceve lettere, tante, e a tante risponde”.

Federica Palmisano

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *