Vicenda Giacobazzi: rettifica sull’inchiesta che vede imputato il comico ravennate

ROMA, 9 Ottobre – E’ di alcune ore fa la notizia dell’inchiesta che ha visto al centro il noto comico  Andrea Sasdelli, in arte Giuseppe Giacobazzi. Gli organi d’informazione, compresi noi, hanno commesso qualche piccola imprecisione. E’ nostro dovere rettificare e dare la parola allo staff dell’artista in merito alla vicenda.

Il primo punto da chiarire è che Sasdelli non è stato mai trovato con alcuni grammi di sostanza stupefacente. Il motivo per cui si trova al centro di questa triste storia è dovuta ad una telefonata tra il comico ed un suo amico intercettato dalle forze dell’ordine nell’ambito dell’inchiesta su un presunto mercato di spaccio nella provincia di Modena. Telefonata che, secondo i difensori, è stata mal interpretata dalle forze dell’ordine.

Nel comunicato stampa dello staff di Sasdelli si fa riferimento alla telefonata che sembrerebbe inchiodare il comico:”L’infondatezza dell’accusa mossa ad Andrea Sasdelli risulta tanto più evidente dalla lettura di un’imputazione assolutamente indeterminata, circostanza riconosciuta dagli stessi inquirenti, e priva di qualsivoglia riscontro”. Continua la nota precisando che l’attore non vuole assolutamente patteggiare ed convinto che riuscirà a dimostrare la sua completa estraneità alla vicenda.

Crediamo in un’informazione libera e completa ma siamo coscienti che se si sbaglia si deve pur riparare agli errori. Forse saremo tra i pochi giornali a rettificare sulla vicenda ma siamo sicuri che i nostri lettori apprezzeranno.

FOCUS: CHIESTA CONDANNA PER SPACCIO A GIUSEPPE GIACOBAZZI

Redazione Romatg24.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *