Bologna: allarme meningite. È grave un’infermiera!

BOLOGNA, 10 Ottobre – Rischia la vita l’infermiera ricoverata all’ospedale di Sant’Orsola di Bologna colpita da meningite. Si è ammalata respirando il Criptococco nell’aria. I primi sintomi li ha avvertiti venerdì sera.

Nessun pericolo per chi le sta vicino, la donna di 45 anni malata di meningite non è infettiva: marito, figlio, colleghi e pazienti della clinica privata dove lavorava possono tranquillizzarsi, non sono stati contagiati. L’infermiera è stata colpita da meningite da fungo, una terribile malattia che si prende inalando Criptococco presente nell’aria. Ora è ricoverata in Rianimazione all’ospedale Sant’Orsola e la sua vita è al momento in grave pericolo. La donna ha iniziato a sentire i sintomi venerdì sera mentre era a casa con la propria famiglia; da allora è in coma.

Ma cos’è il Criptococco? Il Criptococco è un fungo che si trova negli escrementi degli uccelli ma si può trovare anche nella frutta, nella verdura, nel latte ma soprattutto nella sporcizia. I sintomi sono molto violenti: polmonite, mal di testa, tosse, febbre, nausea, offuscamento della vista. Oltre al rischio per la vita, la meningite può procurare gravi danni neurologici permanenti.

I medici stanno facendo di tutto per salvare l’infermiera. Intanto si sta cercando di capire dove la donna è stata contagiata perché se il Criptocco è ancora presente potrebbe colpire altre persone.

Francesco Cianni redazione Romatg24.it

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *