Piacenza, Operazione Re Matto: 30 arresti per spaccio, usavano i turisti come corrieri

PIACENZA, 11 Ottobre – Offrivano ospitalità in Marocco e gli riempivano la macchina di droga da recuperare poi in Italia: cosi una banda di trafficanti di origini marocchina faceva arrivare 90 kg di stupefacenti ogni 2 giorni. Ignari i turisti che la trasportavano.

I componenti della banda, tutti marocchini, si recavano in Marocco e offrivano ospitalità ai turisti italiani provvisti di macchina. Un paio di giorni prima della partenza chiedevano in prestito l’auto e la riempivano di droga per trasportarla in Italia passando per la Spagna. Una volta giunta a destinazione la droga, circa 90 kg di hascisc e cocaina ogni due giorni,  veniva recuperata dalla banda e spacciata in tutto il nord Italia. Utilizzando questo sistema i malviventi evitavano i controlli della polizia convinti che non sarebbero mai stati scoperti.

L’operazione “Re Matto”, coordinata dal pm di Piacenza Antonio Colonna, era però sulle loro tracce da un po’ di tempo. Con l’ausilio di mezzi tecnici e di una persona sotto copertura, gli investigatori hanno portato a termine la missione con perquisizioni e arresti per 30 persone, tutte di origine marocchina. 12 arresti erano stati portati a termine nel mese di settembre dello scorso anno,  mentre la scorsa notte i carabinieri della Compagnia di Fiorenzuola d’Arda e del Nucleo cinofili di Bologna, hanno eseguito le restanti 18 misure di custodia cautelare in carcere. Gli arrestati sono stati portati nei carceri di Piacenza, Pavia e Lodi.

Francesco Cianni redazione Romatg24.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *