Ndrangheta: maxi sequestro contro il clan Pesce. Colpito patrimonio finanziario

REGGIO CALABRIA (Calabriatg24.it), 13 OTTOBRE – Duro colpo al patrimonio della ndrangheta. Beni per un valore complessivo di 18 milioni di euro sono stati sequestrati al clan Pesce egemone nella zona di Rosarno, in provincia di Reggio Calabria.

L’operazione condotta dai finanzieri del G.I.C.O. del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Reggio Calabria e dal Comando Provinciale Carabinieri del capoluogo è stata messa a segno alle prime luci dell’alba.

Pesantissimo il bilancio del sequestro: gli uomini delle Fiamme Gialle hanno posto i sigilli ad otto aziende operanti principalmente nel settore dei trasporti, in quello agrumicolo e nel commercio: nel mirino dell’operazione sono finiti anche note attività commerciali, beni mobili, immobili e le disponibilità finanziarie di presunti affiliati alla cosca.

Le indagini patrimoniali contro la potente cosca Pesce si sono potute giovare delle importanti indicazioni fornite dalla ‘gola profondaGiuseppina Pesce.

I DETTAGLI DELL’OPERAZIONE – Il maxi sequestro inflitto da Guardia di Finanza e Carabinieri al clan Pesce di Rosarno ha un obiettivo preciso: tagliare i viveri ai latitanti della costa. Nella lunga lista degli ‘uccel di bosco’ spiccano nomi pesanti dell’organigramma della ‘ndrina, come quelli di Marcello Pesce, detto “U Ballerinu”; Giuseppe Pesce 31 anni e Roberto Matalone, 34 anni, rispettivamente figlio ed il genero del capocosca Antonino Pesce, e Domenico Arena, 57 anni, cognato di Vincenzo Pesce detto “U Pacciu”, latitante dal 20 settembre scorso, quando era stato condannato alla pena di 10 anni di reclusione.

Grazie all’ultimo maxi sequestro inflitto alla potente cosca si chiude definitivamente il quadro dell’operazione All Clean, finalizzata a smantellare l’impero economico della cosca, operante nella Piana di Gioia Tauro e nell’hinterland lombardo. Complessivamente sono stati sottratti 228 milioni di euro tra attività commerciali, beni immobili, beni mobili e disponibilità finanziarie.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *