Nubifragio Roma: Il primo bilancio è di un morto e un disperso. La Fotogallery

ROMA, 20 OTTOBREUn diluvio universale si è abbattuto sulla Capitale. Il bilancio provvisiorio è di un morto e un disperso, ma i disagi non si contano. La circolazione, dagli aerei agli autobus è in tilt. Auto rimangono sospese in acqua, altre camminano sui marciapiedi. Il sindaco di Roma, Alemanno, annuncia che chiederà alla Protezione Civile lo stato di calamità naturale. Ma è già polemica sulla città in ginocchio.

LA CRONACA – Un violento temporale sta mettendo in ginocchio la capitale. Un nubifragio dalle dimensioni bibliche si è abbattuto su Roma dalle prime luci dell’alba. Un anziano è annegato in un garage nel quartiere Infernetto, un altra persona risulta disperso a Castelporziano. Fogne otturate, allagamenti e circolazione bloccata. Stop al servizio sulla metropolitana A, chiusa anche la linea B in alcune stazioni. Bloccate o rallentate alcune bretelle viarie soprattutto nella zona Nord e a San Giovanni. Raccordo anulare bloccate.  Deviate o ridotte varie linee dell’Atac. Chiuse alcune scuole.  Deciso il libero accesso alla Ztl. Disagi perfino al traffico aereo di Ciampino e Fiumicino: lo stesso presidente della Repubblica, in partenza per Pisa, è rimasto bloccato.

STATO DI CALAMITA’ NATURALE – Il Campidoglio ha prontamente attivato il numero verde 800 854 854 per informazioni ed emergenze. E il sindaco di Roma, Alemanno, annuncia che chiederà lo stato di calamità naturale. Ma è già polemica sulla città in ginocchio. Ma Cittadinanza Attiva non ci sta e chiede le immediate dimissioni di Alemanno: “Una città che non ha le infrastrutture necessarie per resistere a un temporale è una vergogna simbolo dell’arretratezza del Paese”. “La Protezione Civile – secondo il suo presidente Carlo Rienzi – deve intervenire con urgenza, sostituendosi a chi evidentemente non ha saputo prevenire ed impedire tale stato di cose”.

Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *