Text neck: la nuova patologia tecnologica

ROMA, 24 Ottobre – Dopo il “texter’s thumb” (il “pollice del digitatore di messaggi”), è arrivata una nuova patologia in grado di affliggere gli amanti della tecnologia

. Si chiama “text neck” (letteralmente “collo da messaggi”), e colpisce principalmente coloro che non possono fare a meno di telefonino e PC.

A lanciare l’allarme sono stati alcuni chiropratici inglesi, che hanno evidenziato come sempre più persone ormai soffrano di dolore al collo causato dall’uso prolungato di computer e cellulari. Sarebbe la cattiva abitudine di stare curvi per mandare e-mail o sms, forzando il collo ad assumere posizioni innaturali, a causare l’insorgere del problema. Il peso del collo è di circa 4 chili  e mezzo. Piegarlo da un lato come spesso si fa per vedere meglio, sostengono gli specialisti, rende più difficile sostenerne il peso, provocando dolore e rigidità che si irradiano lungo spalle, braccia e polsi. Disturbi che a lungo andare possono causare l’artrite.

Rachael Lancaster, chiropratica, utilizza un esempio per spiegare meglio il concetto: “Immaginatevi seduti sulla vostra caviglia lateralmente per 10 minuti. La sentireste rigida e dolorante una volta tornata nella sua posizione naturale. Questo è ciò che fanno le persone con i loro colli.” E il fisioterapista Nicola Hunter aggiunge: “La testa e il collo che si spostano in avanti, alla fine portano ad una inversione della curva naturale del collo: i cambiamenti posturali che si verificano come conseguenza possono portare a seri problemi.” I muscoli, progettati per flettersi e ritrarsi, sono sottoposti a stress se costretti a rimanere a lungo nella stessa posizione. A rischio soprattutto le donne con un collo esile e coloro che conducono una vita sedentaria.

Francesca Garreffa

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *