Roma: la veggente e il dipendente Enel. Coniugi arrestati per rapina

ROMA, 26 Ottobre –  Lei fingeva di essere una veggente o una dipendere Enel per effettuare sopralluoghi. Lui con le informazioni ottenute, metteva a segno le rapine. La coppia, marito e moglie di Palestrina, sono stati arrestati dagli agenti del commissariato di Frascati, coordinati da Erminio Fiore.

Lo scorso agosto, una donna aveva presentato denuncia per rapina alla polizia di Mesagne (Brindisi), e da qui sono partite le indagini. La donna ha raccontato alle autorità che pochi giorni prima del colpo, si era presentata nella sua abitazione una donna, dipendente dell’ Enel, che oltre a chiedere informazioni alla vittima aveva fornito anche il profilo Facebook a garanzia, ma puntualmente, il profilo veniva disattivato lo stesso giorno della rapina.

Le indagini hanno appurato che la visita era solamente un sopralluogo per facilitare il compito al marito-complice. La donna era comunque già nota alle forze dell’ordine per aver truffato un’altra vittima sempre a Mesagne, fingendosi veggente. Inoltre era riuscita a farsi consegnare oggetti in oro affinché potessero essere purificati. In seguito, durante la rapina dell’uomo la vittima veniva ripulita dei restanti oggetti preziosi. Rivoltasi anch’essa alla polizia, la coppia è stata individuata grazie anche al riconoscimento avvenuto ad opera delle donne truffate. La moglie è stata arrestata e dovrà rispondere per i reati di truffa e rapina in concorso. Il marito dovrà rispondere  soltanto di rapina in concorso.

Sabrina Spagnoli – Redazione Romatg24.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *