Caso Yara Gambirasio: la soluzione dell’omicidio sembra vicina

ROMA, 30 Ottobre – E’ quasi un anno che la piccola Yara Gambirasio è stata uccisa. Sembrerebbe che le indagini per assicurare alla giustizia i responsabili di questo terribile omicidio stiano giungendo alla conclusione. A rivelarlo è la trasmissione Mediaset Quarto Grado condotta da Salvo Sottile.

La svolta arriva dagli esami compiuti sul DNA ritrovato sugli slip della ragazzina, prelevato lo scorso marzo. Giorgio Sturlese Tosi, inviato della trasmissione Quarto Grado, ha rivelato durante un collegamento indiscrezioni comprovate che porterebbero finalmente alla soluzione di questo tragico omicidio. “L’assassino di Yara potrebbe avere le ore contate. Non c’è ancora la certezza di un arresto imminente ma, per la prima volta dopo mesi, nell’ambiente investigativo si respira finalmente un’aria di forte ottimismo. Al momento non é dato sapere se gli investigatori abbiano già identificato il sospetto o i sospetti assassini di Yara. E’ certo, però, che questa clamorosa svolta nelle indagini sulla morte di Yara é frutto dell’enorme lavoro di comparazione tra il DNA dell’assassino prelevato sugli slip di Yara e i profili biologici prelevati alla popolazione”, queste le parole di Tosi.

Al momento c’è dunque fermento nelle indagini e nelle forze dell’ordine impiegate a Brembate di Sopra per arrivare finalmente alla verità e porre giustizia.

Sabrina Spagnoli – Redazione Romatg24.it

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *