Yara Gambirasio: il dna estratto è di un italiano, ore contate per l’assassino

Yara Gambirsio dna killer

ROMA, 3 Novembre – Era della scorsa settimana la notizia che gli inquirenti erano riusciti ad isolare tracce di Dna dai leggins e dagli slip della povera ragazzina uccisa a Brembate di Sopra 11 mesi fa. Le notizie erano confortanti tanto da parlare di ore contate per l’assassino ma la procura subito aveva placato l’ottimismo.

L’ultima notizia, però, sembra essere ancora più confortante. Ulteriori dettagli sono stati diffusi in merito a questo dna. Sembrerebbe che gli inquirenti abbiano individuato il Dna di un ceppo familiare maschile corrispondente al profilo genetico estratto dagli indumenti della piccola Yara Gambirasio. Altra notizia importante è che non si tratterebbe di un operaio del centro commerciale di Mapello, come era stato ipotizzato sin dall’inizio, ma di un italiano. Questi risultati sono stati possibili grazie alle analisi di Dna fatte su migliaia di profili genetici.

Brembate di Sopra è in fermento. Posti di blocco a tutte le ore in tutta la cittadina come a far capire all’assassino che ha il fiato degli inquirenti sul collo. La chiusura delle indagini sembra avere finalmente una fine vicina.

Redazione Romatg24.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *