Speciale Alluvione Alessandria: piena in città dopo le 17. La giornata

ALESSANDRIA, 6 Novembre – Ieri sera nell’alessandrino aveva smesso di piovere ma in compenso si sono alzate forti raffiche di vento. Questa mattina alle 10 il comune di Casale Monferrato, in provincia di Alessandria, ha emesso un’ordinanza di evacuazione per 200 persone; a Frassineto del Po, invece, sono state fatti allontanare dalle loro abitazioni altre 35 persone. SPECIALE ALLUVIONE ALESSANDRIA: FOTO E VIDEO

Evacuazioni anche ad Ozzano Monferrato, Acqui Terme, Valenza, Pietra Marazzi e Novi Ligure. Circa 20mila persone sono rimaste senza acqua potabile. In totale le persone evacuate in tutta la provincia sono più di 500, ma la situazione non va certo migliorando. Sono circa 300 gli addetti, tutti volontari, che si occupano del monitoraggio dei corsi d’acqua.

La tensione resta, comunque, è altissima. Sabato mattina il comune di Ovada è stato messo praticamente in ginocchio a causa di alcune frane ed esondazioni. La tangenziale di Alessandria ieri è stata chiusa a causa di allagamenti, ma il peggio si è rischiato nel quartiere Pista Alta dove è stato evacuato un centro commerciale a rischio sommersione.

DIRETTA TEMPO REALE

ORE 20:50. Le istituzioni hanno deciso per la chiusura delle scuole ad Alessandria e Casale. Nelle altre località della provincia le scuole saranno regolarmente aperte.

ORE 15:05. È previsto per le 16:30 un vertice nella Prefettura di Alessandria per fare un punto della situazione riguardo alla piena del Tanaro. Si prevede che i maggiori problemi possano esserci dopo le 17.

ORE 14.00 – “Dato che i Comuni hanno molte risorse non spendibili per il Patto di stabilità perchè non inserire subito un provvedimento parlamentare mirato affinchè questi fondi possano essere derogati per opere che mettono in sicurezza il loro territorio”: questa la proposta dell’on Claudio Scajola intervistato nel corso della puntata di “Sky TG24 riferendosi all’alluvione in Liguria.

ORE 13.00 – Un ponte è crollato nei dintorni di Torre Pellice (Torino) travolto dalla piena dell’omonimo torrente. Si tratta del “ponte della Bertenga“. Squadre di vigili del fuoco sono già arrivate sul posto. Dall’altro lato del corso d’acqua, rispetto al centro abitato principale, risiedono una sessantina di persone e si sta cercando di verificare se ora sono isolate o se esistono strade di accesso

ORE 12:17. La situazione su tutto il Piemonte resta critica. Roberto Cota, il Presidente della Regione annuncia:” Rinnovo l’invito a non uscire se non è necessario e stare lontano da ponti”.

Redazione Romatg24.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *