Manovra Monti: Stipendi da nababbi e trasporti gratis per i parlamentari

Stipendi superiori ai diecimila euro e viaggi gratisi in first class. La casta italiana non rinuncia al lusso anche nel periodo più nero degli ultimi 50 anni italiani.

Tra le migliaie di denunce di cittadini e politici, spicca quella dell’Associazione Pensionati della Calabria: “Mentre il governo ed il parlamento intervengono pesantemente sulle pensioni e sui servizi, introducendo pesanti accise sui carburanti, deputati e senatori, che percepiscono stipendi valutabili intorno a 13.000 euro mensili secondo stime per difetto, continuano a viaggiare gratis su treni ed aerei”.

“Il buon esempio tanto decantato in questi giorni – continua l’associazione – continua a tardare. In questi giorni assistiamo al paradosso di parlamentari che scendono in piazza con i sindacati per contestare i tagli di treni e servizi da parte delle Fs, producendo inutili interrogazioni, ma continuano a viaggiare gratis sui mezzi di trasporto pubblico. Camera e Senato comincino a rinunciare a questo privilegio – scrive l’associazione, contribuendo al risanamento dei bilanci di Fs e Trenitalia, i cui deficit continuano a pesare su pensionati e lavoratori che, per spostarsi, continuano a sostenere oneri sempre più pesanti”.

Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *