Calciomercato Juventus: Intrigo Guarin, l’Inter si inserisce

Nella giornata di ieri Marotta e Paratici hanno incontrato a Milano  gli agenti del colombiano Guarin, ribadendo le condizioni contrattuali per il centrocampista, e formalizzando l’offerta da recapitare al club lusitano, prestito oneroso con obbligo di riscatto, 2 milioni subito e 9 a giugno.

I procuratori del centrocampista, subito dopo hanno avuto un colloquio con i vertici dell’Inter, Piero Ausilio nella fattispecie, il quale ha provato a sondare il terreno per anticipare i tempi dell’operazione cercando di spiazzare la Juve.

I bianconeri non l’hanno presa bene,  e  hanno fatto sapere di non voler partecipare ad aste selvagge, pertanto qualora ci dovessero essere giochi al rialzo posti in essere dagli agenti, la Juve farà un passo indietro, abbandonando in tronco la trattativa.

’Inter dal canto suo, alla prese con una probabile cessione di Thiago Motta al Psg, in via cautelativa ha preso le informazioni del caso, preferendo vagliare una serie di alternative, compresa la pista che porta al colombiano.

In corso Galileo Ferraris sono palesemente indispettiti, e qualora dovessero virare su Caceres, occupando l’ultimo posto da extracomunitario per gennaio, temono che l’Inter possa chiudere con il Porto. Marotta sembra avere un accordo di massima con il giocatore, se non riuscisse a concludere l’affare nelle prossime due settimane, proverà a strappare una prelazione per giugno, Inter permettendo.

C’è il velato sospetto che i nerazzurri stiano attuando un’azione disturbo per incrementare il prezzo dell’operazione, e costringere la Juve a fare in fretta. I dirigenti bianconeri temporeggiano in attesa di avere notizie da Siviglia sul fronte Caceres, per non occupare il posto da extracomunitario, non potendo poi tessere nessun altro nella sessione di gennaio.

Mario Lorenzo Passiatore

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *