Il Crotone conferma Nicola: retrocessione accettata?

Non ci saranno cambiamenti in panchina fino a fine stagione. Il Crotone conferma la fiducia a Davide Nicola, e di fatto accetta una retrocessione ormai scontata. Nessuno mette in dubbio le qualità tecniche dell’allenatore, ma l’impressione è che ormai la rassegnazione regni sovrana nel club calabrese. Il Pescara ha provato a dare una scossa con Zeman, il Palermo cambiando diversi allenatori e addirittura proprietario, ma i rossoblù hanno deciso di proseguire sulla stessa rotta fino a fine stagione. Anche se la rotta sta portando inesorabilmente verso la Serie B.

A conferma di quanto appena scritto è lo stesso comunicato con cui la società ha annunciato di voler rinnovare la fiducia a Nicola: “La società FC Crotone conferma massima fiducia a mister Davide Nicola che rimarrà alla guida tecnica del Crotone fino a fine stagione”. In sostanza, rimarrà fino alla retrocessione. Poi toccherà a qualcun altro costruire un nuovo progetto. Significativo infatti il “fino a fine stagione”, che da promessa al tecnico diventa quasi un annuncio ai giocatori. Da giugno cambierà aria, e si ripartirà da capo.

D’altronde Nicola era arrivato per rimpiazzare Juric in una squadra che oggettivamente non si è presentata attrezzata alla Serie A. Mercato in entrata poco e mal gestito, squadra al di sotto di tutte le rivali e modulo un po’ troppo offensivo per sperare di cavarsela. A cui si aggiunge il cronico crollo nel secondo tempo, con tanti punti buttati via da situazione di vantaggio. Fatto sta che non sono bastate le cinque sconfitte consecutive (un gol segnato, otto subiti) a convincere la società al cambio tecnico. A dodici partite dalla fine, i nove punti da recuperare sull’Empoli sembrano un distacco incolmabile, soprattutto vedendo un calendario che presenta ancora le sfide contro Napoli, Fiorentina, Inter, Milan, Juventus e Lazio, queste ultime due nelle giornate conclusive. Inutile dire come ormai le speranze siano ridotte al lumicino. Soprattutto senza una scossa alla squadra.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *