Pendolari e stress: auto e mezzi pubblici nocivi per la salute

Speciale Salute: l'autobus nocivo per la salute

ROMA, 2 Novembre – Il pendolarismo nuoce alla salute. L’andirivieni quotidiano tra casa e luogo di lavoro, distanti spesso diversi chilometri, può provocare stress e stanchezza, che determinano, come conseguenza diretta, una peggiore qualità del sonno.

Questo il risultato di una ricerca condotta dalla Lund University, in Svezia, che ha preso in esame 21 mila persone, tra i 18 e i 65 anni di età. Di questi soggetti sono state analizzate le abitudini giornaliere nello spostarsi da casa per raggiungere il proprio posto di lavoro, e viceversa. Lo studio ha rivelato che chi utilizzava l’automobile, il treno o l’autobus, accusava un livello maggiore di stress rispetto a chi invece si recava al lavoro in bicicletta o a piedi. “In generale, gli utenti che utilizzavano il trasporto pubblico o l’auto hanno sofferto più lo stress di tutti i giorni, avevano una peggiore qualità del sonno, un maggiore esaurimento e, su una scala di sette punti, sentivano che avevano più problemi di salute rispetto ai pendolari attivi”, spiega il dottor Erik Hansson della Facoltà di Medicina della Lund University.

I risultati dello studio, pubblicati sul BMC Public Health, mostrano come la percezione negativa del proprio stato di salute aumenti, per i pendolari che utilizzano il trasporto pubblico, con l’aumentare del tempo di percorrenza. Ora, i ricercatori svedesi sono impegnati in ulteriori ricerche per individuare meglio il nesso esistente tra pendolarismo e cattiva salute e, di conseguenza, agire sul miglioramento delle condizioni fisiche dei pendolari. In ogni caso, per chi ne ha la possibilità, sembra che recarsi in ufficio a piedi o in bicicletta, rappresenti un vero e proprio toccasana per la salute.

Francesca Garreffa

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *